Star Trek GDR

Versione completa: Il risveglio della Constellation: Zona Neutrale!? Assolutamente no!
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3
John Ruthven
Human
Terra, San Francisco
Quartier Generale della Flotta Stellare
Ufficio dell'Ammiraglio John Ruthven


Grazie a Sheppard e alla Sezione 31 sono stato degradato. Questo fatto, però, non mi porterà a retrocedere dalla mia posizione: ho deciso di combattere con tutte le mie forze contro quell'organizzazione la cui sola esistenza è contraria a tutti i principi della Federazione, e non mi interessa cosa mi succederà. Anche perché, se nessuno fa qualcosa, la situazione non cambierà mai. Rifletto. Bisogna agire ora, nel momento in cui la Sezione 31 sembra dare segni di debolezza. Qualunque cosa stia succedendo lì dentro, potrebbe giocare a mio favore: gli ultimi eventi dimostrano che c'è qualcosa che non quadra... probabilmente hanno qualche problema di sicurezza interna: dubito che, con tutti gli scienziati e le risorse di cui la sezione è dotata, sia possibile che il suo 'gioiellino' non funzioni correttamente.

Ma, in questo momento, ho altro a cui pensare oltre al motivo per cui la Constellation non sembra funzionare a pieno regime. Il Comando, infatti, mi ha appena 'chiesto cortesemente' di avvisare Sheppard della sua prossima missione. La cosa, devo ammettere, mi turba un po', visto che inviare la Constellation a pattugliare i confini della zona neutrale sembra proprio essere solo un modo per togliersi dai piedi Sheppard e compagnia bella... e dubito che l'ammiraglio in questione non se ne renderà conto. Il problema è... come reagirà? Mi dico. Con Sheppard non si può mai sapere. Eh, beh... non ho molta scelta: ho i miei ordini, dopotutto, e lui ha i suoi.

Sospiro e attivo le comunicazioni esterne, contattando la U.S.S. Constellation. Appena l'addetto alle comunicazioni della nave risponde, gli chiedo di passarmi Sheppard.

Alcune informazioni:
- La Constellation è attraccata a Earth Spacedock (Terra) quando riceve la chiamata di Ruthven;
- New Vulcano è a sedici anni luce dalla Terra;
- La velocità di emergenza della Constellation è di warp 8 per 2 ore. Visto che Sheppard ha fretta, la Constellation andrà a una velocità di warp 7 costante. Viaggiando a warp 7 raggiungerà New Vulcano in otto giorni (8 d 21 h 39 min 47 sec). È possibile aprire role ambientate in questi otto giorni di viaggio o prima della partenza: queste eventuali role saranno considerate esterne alla quest, quindi vi potranno partecipare anche pg non iscritti alla quest ma che fanno parte dell'equipaggio della Constellation. In questo topic verrà ruolata la partenza della nave e il suo arrivo alla Stazione Midway: gli otto giorni di viaggio, quindi, saranno 'saltati' o riassunti dal master in un unico post.
Emil Sheppard
Human
Ero nel mia astronave, nella mia e dico mia astronave, non della federazione, ma e mia -.-" La USS. Costellation sarebbe la mia nave privata. Ero in plancia assorto nei miei pensieri, tutto contento di essere sulla mia cara astronave e senza avere intoppi.
In quel momento, mentre ero il nei miei pensieri, l'addetto alle comunicazioni mi chiamo -- Signore, C'è una chiamata per lei. --, mi avvicinai al posto dell'addetto, e dissi scocciato, << Mandamela nel mio ufficio! >>, che rottura, che vogliono? mi possono lasciare in pace, hanno bisogno di aiuto? sono così ridotti male che non riescono neanche a difendersi da una formica? devono proprio chiedere a me aiuto, cioè alla sezione 31? Pazzesco... senza di noi la federazione sarebbe una formichina che verrebbe subito schiacciata, magari dai vulcaniani. Noi siamo la organizzazione che mantiene la federazione in buono stato, se non fosse vero, non esisteremmo, ma se ci siamo vuole dire che siamo importantissimi.
Entrai nel mio ufficio, mi sedetti sulla poltrona, e accesi lo schermo accettanto la chiamata, in quel momento sullo schermo comparve, ma chi comparve, chi poteva essere? il mio peggior nemico, la persona che odiavo di più, la persona che aveva cercato di buttar giù la sezione 31, e che si e rovinata tentandoci, era Ruthven esattamente John Ruthven.
Comincio a parlare di una missione, una missione per pattugliare la zona neutrale... cosa una missione per pattugliare la zona neutrale? ci mandano una loro nave, non la mia e dico mia magnifica costellation. Poi risposi in modo secco e sicuro << Grazie, per avermi comunicato gli ordini, e arrivederci >>, e chiusi. Ma non potevo augurargli anche buona morte? no, non satebbe stato possibile, era troppo minaccioso, no no, va benissimo questa risposta, tanto non ci andro. Mi misi a ridere, disubbidire a un ordine diretto, queste cose mi piacevano. Ri-accesi lo schermo, e entrai nei sistemi della nave, attivando il sistema di controllo vocale, e dissi << Computer, disattivare tutte le chiamate verso l'esterno e in entrata, nessuno e dico nessuno si deve mettere in contatto con questa nave, questo ordine potrà essere revocato solo da me, e non da altri. Codice di emergenza 1sez31 >>, e il computer rispose -- Le comunicazioni verso l'esterno e in entrata sono state disabilitate, secondo il sistema di sicurezza 1sez31, con solo il contr'ordine dell'ammiraglio sheppard. --.
Entrai nella plancia, con un sorrisino insolito, e dissi ad alta voce << Gli ordini della federazione e che dobbiamo andare alla Stazione Midway a velocità warp 7. La missione è segreta, quindi nessuno faccia domande sulla missione. Attivare la warp 7 ORA!!!>> e mi sedetti sulla poltrona di comando. Il viaggio sarebbe durato 8 giorni.
John Ruthven
Human
"Buongiorno, ammiraglio Sheppard." Dico cordialmente, appena lui risponde. Ma le mie parole sono di facciata: in effetti, spero che ne abbia passata una pessima. "Sono spiacente di doverla disturbare..." No, non lo sono per niente. "Ma il Comando di Flotta ha una missione per lei e la sua nave: la U.S.S. Constellation si deve unire al resto della flotta nel settore 030. Il suo compito è quello di mettersi agli ordini dell'ammiraglio di flotta Yoshida e di aiutare a pattugliare la zona neutrale."

La risposta di Sheppard non si fa attendere: un 'Grazie, per avermi comunicato gli ordini, e arrivederci' molto sbrigativo e evidentemente affermato con la stessa passione con cui io gli ho augurato una buona giornata. Una risposta che è sottolineata dal fatto che Sheppard ha subito dopo chiuso la linea, dimostrando un rispetto nei miei confronti pari a zero.

Sospiro, portandomi una mano alla tempia.
"Perché ho una brutta sensazione!?" Mi ritrovo a dire ad alta voce, rivolto ai muri dell'ufficio deserto.

Ora possono rispondere i membri dell'equipaggio della Constellation. ^^ Non c'è bisogno di aspettare l'intervento del master (che comparirà solo se io lo riterrò necessario XD), ma - ovviamente - siete pregati di rispettare i turni che si verranno a formare. ^^
T'Dal Zayrus
Vulcan
E alla fine eccomi tornata sulla Constellation, dopo un periodo di congedo seppur relativamente breve, per motivi personali, ovvero la cagionevole salute di mia madre. Era stato un periodo molto difficile per lei e aveva chiesto espressamente a me, unica figlia femmina della famiglia di accudirla. Al ritorno, avevo incontrato sulla via che portava alla plancia, Kira Aroya, il nuovo ufficiale addetto alle comunicazioni della nave, che mi aveva svelato che era stata da poco assegnata alla nave. Era insolito incontrare un bajoriano su una nave stellare della federazione e a quanto mi aveva svelato era la prima e.. mi offrii volontaria di farle visitare la nave, non appena la situazione era tranquilla.
Ed eccomi, di nuovo nella mia postazione, di navigatore della constellation. Mi piaceva stare lì, sebbene io e l'ammiraglio, avevamo delle idee alquanto diverse sul concetto di giusto o meno. Notai che il posto di Korinna era vuoto, mi chiesi cosa fosse successo, in fondo era.. raro, si raro, che non fosse in plancia.
Sospirai, mentre tornai a fissare il mio monitor. Rotai appena gli occhi, dato che era ancora una missione segreta. Mi pare illogico pensai che su questa nave ci siano solo missioni segrete.
Inserii a memoria i dati richiesti nel monitor, per poi rispondere con semplicità, come al solito Warp 7: attivato. dissi pacatamente, sapendo che in qualche modo avrei irritato l'ammiraglio. E, se avessi sentimenti umani.. beh, irritarlo, non mi sarebbe affatto dispiaciuto, anzi.. avrei potuto gioirne.

Kira Aroya
Bajoran
Eccomi di nuovo su una nave stellare: ero, stata rimossa dall'incarico sull'eternity dato che avevano trovato un altro primo ufficiale con valide qualifiche e tutto l'ufficiale di plancia era stato trovato e dato le mie competenze, la flotta ha voluto assegnarmi ad un'altra astronave, che poi si era scoperta la U.S.S. Constellation. Ammetto che non mi era dispiaciuto questo cambio di nave, dato che non avevo legato con nessuno e alla fine sempre una nave stellare su cui servivo. L'unica che cosa che mi spaventava era il nuovo ruolo, anche se ero abbastanza pratica nel campo delle comunicazioni, dato che per un breve periodo prima delle due assegnazioni (quella dell'eternity prima e quella della Constellation poi), avevo servito come addetta alle comunicazioni. Avevo parlato con T'Dal, che si era presentata con poche parole dirette, una degli ufficiali di plancia addetta alle armi e si era offerta, dopo che avevo ammesso che era il mio giorno sulla nuova nave, di farmi fare un giro.
Accettai, di buon grado. Presi posto, rimanendo in attesa di ordini e/o di qualsiasi comunicazione da passare all'ammiraglio.
Elina Milayn Dax
Joined Trill
Quando l'ammiraglio entra in plancia, mi giro leggermente per guardarlo - giusto in tempo per notare il suo preoccupante sorrisino - per poi tornare a... fissare la console del timoniere quasi senza vederla. Il solo fatto che Sheppard abbia sorriso in quel modo è di per sé inquietante, ma le sue successive parole quasi mi danno il colpo di grazia. Se non fossi stata un ufficiale di flotta - e mi fossi trovata in un film comico - sarei come minimo crollata agonizzante a terra. L'ultima volta che siamo partiti per una missione segreta, abbiamo rischiato un incidente con i klingon... e ha cercato di far saltare la Luna, tra le altre cose. Considero, ma ad alta voce mi limito a dire: "Sissignore."

Mi metto al lavoro. Appena la nave si stacca dalla stazione, raggiunge la distanza di sicurezza e T'Dal stabilisce le coordinate di destinazione, attivo la curvatura, lasciando che sia la vulcaniana ad avvisare l'ammiraglio della sua attivazione. Poi... perché warp 7? Siamo così di fretta? Non posso fare a meno di domandarmi. E che missione sarà: distruggere Deep Space Three perché si sospetta che a bordo ci sia qualche spia romulana?

Ma so anch'io di star esagerando: molto probabilmente, si tratta di una missione di routine... anche se... Se è segreta, c'è sotto qualcosa. Spero solo che non sia nulla di grave. E che non centrino i romulani: il capitano Harris li ha semplicemente ignorati, Sheppard come minimo ci ordinerebbe di distruggerli senza lanciare nemmeno un avvertimento.

Il fatto che l'ammiraglio abbia detto di non fare domande mi lega un po' le mani, ma non ho intenzione di rimanere ferma a guardare: appena mi verrà in mente come indagare sulla missione senza disubbidire al suo ordine diretto lo farò. Per ora, però, mi tocca lavorare e aspettare.
Carys Lloyd
Human
La Constellation... la nave che ha fatto più scalpore negli ultimi tempi. Non che la cosa mi stupisca, visto che è comandata dal capo della Sezione 31, ma non posso di certo dire che sia il luogo migliore dove prestare servizio. Per quando riguarda gli ufficiali normali, ovviamente. Per un'agente della Intelligence di Flotta come me, questa nave è solo un luogo come un altro dove lavorare. Mi è capitato di peggio, d'altronde. Sheppard non è di certo il solo pazzo esistente nell'universo... e non è nemmeno il peggiore. Il potere dà spesso alla testa alle persone. Rifletto, mentre entro in plancia giusto in tempo per sentire gli ordini dell'ammiraglio. Stringo le labbra perplessa quando sento che siamo diretti verso la stazione Midway e che la missione in questione è segreta, ma decido di non commentare. Se Sheppard ha intenzione di disubbidire agli ordini e di non dirigersi verso la zona neutrale, come l'ammiraglio Ruthven dovrebbe ormai avergli ordinato, io mi limiterò ad avvisare i miei superiori e ad osservare le successive mosse di Sheppard. E a fare il Comandante Afon Sayer: dopotutto, i miei colleghi si sono impegnati a crearmi questa falsa identità e una serie di referenze da far paura... per compensare i loro sforzi come minimo mi devo impegnare in questa missione di spionaggio.

"Ammiraglio Sheppard." Dico comunque, decidendo di indagare sull'improvvisa decisione del capitano. "Capisco che questa missione sia segreta, ma c'è qualcosa che io e l'equipaggio dovremmo sapere? C'è, ad esempio, la possibilità di ritrovarci in un conflitto a fuoco?"
Emil Sheppard
Human
Ero tranquillo in plancia, eravamo in warp 7, arrivati alla stazione Stazione Midway potevamo stare tranquilli e riposarci, ma che ispezionare la zona neutrale, chi ci avrebbe voglia?
Poi una, una persona, il primo ufficiale, si mise a parlare, parlando anche di scontri a fuoco e risposi: << Scontri a fuoco? no, non sono previsti, anche se... >>, no non posso dire che sarebbe bello, sarei sembarato troppo terribile!
Adesso bisognerebbe solo aspettare 8 giorni, 8 giorni? troppo... che faccio nel frattempo? distruggo qualche razza? no... mi dovrei fermare con la curvatura, no... Ci metteremo troppo...
T'Dal Zayrus
Vulcan
Avevo guardato per un istante il primo ufficiale (che tra l'altro non avevo mai avuto modo di conoscere, ma in questa nave tutto sembrava essere effimero, in quanto sulla Constellation, prima o poi qualcuno se ne andava o simili) quando aveva fatto la domanda, tra l'altro molto logica riguardo la possibilità di ritrovarci in un conflitto a fuoco.

Non avevo previsto che nel posto dove ci stavamo dirigendo, potessero essere navi nemiche, ma poteva anche essere un'alternativa logicamente possibile. Dopo tutte le tensioni avute, era quasi normale che qualcuno decidesse di tenere la nave sotto controllo, anche se non sapevo che.. stava già accedendo.
La sua frase, rimase in sospeso con un anche se e io, logica e che avevo intuito che stava per dire qualcosa di sconveniente.. per un istante mi trattenni, sebbene la domanda posta poco dopo dall'ufficiale addetto alle comunicazioni mi lasciò alquanto perplessa. Mi girai per un istante verso di lei, aveva un'aria abbastanza contariata. E la capivo, decisamente.

Kira Aroya
Bajoran
Avevo trafficato abbastanza a lungo con il mio monitor, che sembrava decisamente aver perso la testa. Di certo, non avevo subito capito che era stata colpa mia che la mia postazione era stata quasi del tutto isolata, così per un istante, decisi di dedicarmi a guardare gli ufficiali di plancia, tutti intenti a fare il loro dovere, mentre io non avevo niente da fare. Quando il primo ufficiale, dalla sua postazione, chiese "c'è qualcosa che io e l'equipaggio dovremmo sapere?" Ignorai quasi del tutto la risposta del capitano, ma c'era una cosa che ora volevo conoscere in effetti.
Una cosa mi piacerebbe saperla in effetti, primo ufficiale. Perchè il mio monitor sembra morto? Lo stand by operativo è una cosa, ma così mai visto. dissi guardando in direzione del primo ufficiale.
Elina Milayn Dax
Joined Trill
Sono leggermente sorpresa quando il comandante Sayer fa la domanda che avrei tanto voluto fare io. Beh, magari non è esattamente la stessa, ma ci siamo quasi. La risposta dell'ammiraglio, almeno un poco, mi rassicura: se non ci sono previsti scontri a fuoco questa missione mi piace già di più, per quanto il suo 'anche se' mi preoccupi alquanto. Ma la cosa più importante è che, anche se Suder non si trova qui, sembrerebbe che l'attuale primo ufficiale non sia una simpatizzante i Sheppard. Probabilmente, tenterebbe di fermare l'ammiraglio - o almeno di farlo ragionare - se lui cercasse di fare qualcosa di sconveniente o di poco legale.

Le successive parole dell'addetta alle comunicazioni mi rendono molto perplessa. Che ci sia un guasto nelle comunicazioni? Mi domando, per quanto io abbia un altro sospetto. E se Sheppard... no, dev'essere un guasto... oppure la missione richiede un'assoluta segretezza. Spero...

Perché l'altra possibilità sarebbe che Sheppard non stia facendo proprio quello che dovrebbe fare... e non volesse interferenze. Cosa che sarebbe anche fattibile visto cosa è successo durante l'ultima missione... ma che sarebbe anche ridicola visto che il Comando non può aver chiuso un occhio dopo tutto quello che è successo. No, sarebbe assurdo se ne combinasse un'altra così presto... oh! Quanto vorrei che Suder fosse qui!

Torno a concentrarmi sul mio lavoro, per quanto mi risulti difficile al momento. Ma non ho nemmeno intenzione di intervenire in questa discussione... non per ora almeno.
Carys Lloyd
Human
Cerco di mantenere un'espressione neutrale quando Sheppard risponde alla mia domanda. Ok, non hai intenzione di far esplodere la Stazione Midway. Mi dico. Ma allora cosa hai in mente? Che sia... l'A.I.? Possibile: è un'ipotesi da non scartare. Ma non è di sicuro l'unica possibilità.

Le mie riflessioni, però, vengono interrotte dalla voce del Comandante Kira, il secondo ufficiale che devo tenere - in un certo senso - un po' d'occhio su questa nave. Visto che dovrebbe diventare il primo ufficiale di Sheppard, sarebbe una buona idea che fosse in grado di tenergli testa, nonostante la differenza di gradi. Mi avvicino alla postazione di Kira, notando con grande dispiacere che il suo terminale è decisamente morto. "Sì, in effetti c'è qualcosa che non quadra." Le rispondo, senza nemmeno prendermi la briga di provare a riattivare il pannello. Kira Aroya non è una novellina: se non c'è riuscita lei dubito che ce la farò io... senza mettermi ad hackerare il sistema principale sotto il naso di Sheppard, ovviamente. Cosa che non sarebbe per niente semplice.

"Ammiraglio." Affermo quindi, rivolgendomi a Sheppard. "Ritengo che ci siano due possibilità: o c'è un guasto o le comunicazioni sono state disattivate. Lei sa qualcosa in proposito?"

Ok, forse sono stata poco diplomatica, ma la cosa non mi piace per niente: io sono solo un'osservatrice. Il mio compito è di riferire al Comando quello che combina Sheppard. Come faccio a farlo se lui ha disabilitato le comunicazioni?
Pagine: 1 2 3