Questa discussione è chiusa

TSE
 Ultimi preparativi.
#1

Feezal Mettus
Denobulan
Chi entra in sala macchine noterà facilmente il denobulano aggirarsi come un forsennato tra la consolle di comando principale, per intenderci quella a sinistra del nucleo di curvatura, per chi osservasse l'ambiente dall'entrata principale, e una consolle di controllo secondaria, posta poco lontano dalla prima. "Tenente, come va con l'iniettore di deuterio? Mi faccia sapere se ci sono altri problemi!" urla da una parte all'altra della sala. Questo multitasking lo sta uccidendo, un lieve accenno di borse sotto gli occhi ne è la prova. Vorrebbe potersi occupare di tutte le questioni con calma e sangue freddo, ma sembra davvero non ci sia tempo. Il capitano ha in mente qualcosa, forse sono ordini urgenti e vuole salpare il prima possibile, purtroppo però non ha ancora informato l'equipaggio della natura della missione e forse mai lo sarà. Che sia qualcosa di riservato?

"Cavolo, ancora non vanno bene questi sensori di puntamento!" sbatte un pugno sulla consolle, con grande sorpresa di tutti i presenti, dato che solitamente il denobulano è una persona molto pacata e sopratutto paziente. Come risposta agli sguardi scioccati lui guarda tutti con aria scazzata, come a volerli invitare a fare il loro lavoro senza curarsi di lui. 
Detesta ammetterlo, ma ha bisogno di una mano se vuole riallineare i sensori di puntamento. Sbuffa.
Rapidamente e senza troppi indugi passa la mano sul commbadge e con tono chiaro dice "Tenente Kira, qui il comandante Feezal Mettus, si presenti in Sala Macchine, ho bisogno del suo aiuto. Mettus out."
Quindi continua ad osservare i valori sul display della consolle, in attesa dell'arrivo della collega.

"He’s so… human.” (She shudders.) "...Nobody’s perfect, Saavik."




#2

Kira Talia
Bajoran

Il suo primo giorno a bordo della USS Voyager, stava prendendo famigliarità con la struttura della nave e la disposizione dei settori principali. La comunicazione la raggiunge nell'armeria il tono autoritario del messaggio era chiaro.
Citazione:"Tenente Kira, qui il comandante Feezal Mettus, si presenti in Sala Macchine, ho bisogno del suo aiuto. Mettus out."
 
L'ufficiale Bajoriana si avvio rapidamente verso i turboleft per raggiungere la sala macchine, camminando in modo spedito senza lasciarsi distrarre da nient'altro sebbene tutto l'equipaggio era in fermento, la partenza era imminente. 

" Tenente Kira Talia a rapporto comandante "

La donna osservava il superiore davanti alla consolle che gestiva il funzionamento di quell'area della sala macchine la sua espressione del viso era contratta cosi come i muscoli delle spalle sotto  il tessuto dell'uniforme della flotta stellare.
Rimase in posizione di saluto militare in attesa delle istruzioni di Metteus. altri membri dell'equipaggio della sezione ingegneristica avevano il volto sbiancato probabilmente la situazione non si presentava affatto facile.

"Cosa vuole che faccia?"

Durante la sua precedente assegnazione sulla Cassiopea aveva dovuto imparare a gestire anche ruoli che andavano al dila delle normali mansioni tattiche che aveva studiato in accademia, navigando nello spazio profondo bisognava fare di necessità virtù e una Bajoriana come lei sapeva benissimo che niente viene regalato bisogna sapere affrontare ogni ostacolo per superarlo.

Ten. KIRA TALIA
Ten. EVA SVETLANA IVANOVA


[Immagine: 4d47541182ee6d5679af696b2ab1beb4.jpeg]
#3

Feezal Mettus
Denobulan
Una voce squilla dietro il nostro denobulano, è il nuovo ufficiale tattico della nave. Feezal si alza e si gira, accenna un sorriso verso la donna. Non è decisamente in vena di farlo ma gli sembra giusto e corretto offrire un benvenuto dignitoso al nuovo tenente. "Salve tenente, non ci siamo ancora presentati..." mentre parla, ormai ha imparato dagli umani, allunga la mano destra verso Kira "Sono il comandante Feezal Mettus, ingegnere capo. Benvenuta a bordo della Voyager...".
La osserva ancora per qualche secondo, poi torna a sedersi e a premere qualche pulsante sulla consolle per richiamare una simulazione sul funzionamento dei sensori di puntamento della nave. "Mi scusi se passo subito al sodo, ma come ho detto ho bisogno del suo aiuto, sto cercando di riallineare i sensori di puntamento dei phaser ma ho un problema: l'interfaccia tra i gelpack-bioneurali e il sistema di puntamento secondario sul ponte quattordici." Quindi indica sulla mappa della nave, che nel frattempo ha richiamato sullo schermo, i componenti a cui si riferisce. "I due sistemi sembrano non voler collaborare, ho letto il suo fascicolo e, dato che ha servito su Deep Space Nine, ho pensato avesse familiarità con le interfacce tra sistemi in conflitto... In particolare con sistemi tattici." Il tono è lentamente tornato calmo e pacato dopo lo sfogo nervoso di prima, una volta finito di parlare osserva la donna. In attesa di una risposta positiva, nel frattempo, schiaccia qualche bottone sulla consolle.

"He’s so… human.” (She shudders.) "...Nobody’s perfect, Saavik."




#4

Kira Talia
Bajoran
All'interno della flotta stellare la bajoriana aveva imparato a relazionarsi con specie di diversa provenienza nell'universo conosciuto; quello scambio continuo aveva fatto si che gli usi e costumi di una razza o di un popolo si trasferissero anche ad altri, grazie alle esperienze fatte in comune durante il servizio. Come la stretta di mano che il comandante stava porgendo al tenente, lei corrispose al gesto con un espressione del viso meno tesa e concentrata sul motivo della convocazione.
"La ringrazio del benvenuto comandante". Dopo le rapide formalità delle presentazione il capo ingegnere la mise al corrente dei problemi tecnici che stavano affliggendo la Voyager.
"Mi scusi se passo subito al sodo, ma come ho detto ho bisogno del suo aiuto, sto cercando di riallineare i sensori di puntamento dei phaser ma ho un problema: l'interfaccia tra i gelpack-bioneurali e il sistema di puntamento secondario sul ponte quattordici." queste furono le parole di Metteus.
Il tenente stava osservando il superiore manovrare sulla sua consolle per tentare di gestire la situazione e mostrandole  la sezione specifica, che non rispondeva correttamente al programma di funzionamento."I due sistemi sembrano non voler collaborare [....]"
Il comandante aveva aggiunto altri dettagli relazionati al suo periodo su Deep Space 9, ma oramai tutta l'attenzione della Bajoriana si era spostata sulla risoluzione del conflitto tra i sistemi. Aveva già inserito il suo codice ID per "iniziare" la procedura di controllo, Kira si era subito resa conto che le diagnostiche avviate in automatico dal sistema operativo centrale della Voyager erano andato in crush, la diagnostica di livello 5 che normalmente impiega 2.5 secondi si era trovata davanti un muro di algoritmi che l'aveva surclassata.  Le successive diagnostice di livello 4 e 3 impiegavano tempi di risposta maggiori ma sempre inferiore ai 10 minuti, processi sempre automatizzati, al livello 4 i risultati sono monitorati dall'equipaggio sicuramente è stata in questa occasione che il conflitto tra i sottostemi ha indotto il comandante a mettere in riga tutto il personale della sala macchine.
"Signore credo di aver trovato il problema". Non restava che passare alla diagnostica di livello 2, un sistema di routine completo automatizzato ma con la supervisione dell'equipaggio, di alcuni elementi operativi, in questo caso specifico Kyra provò ad accedere al sottosistema dei sensori di puntamento dei phaser, il flusso dei dati proveniente dal sistema operativo era regolare, tuttavia l' ufficiale tattico riscontrò la presenza di due diverse stringe di algoritmi con origine diversa dalla Voyager, la prima interferenza viziava l'allineamento dei phaser e la successiva mandava in crush i vari tentativi di ripristino del sottosistema quando si avviava una semplice routine automatizzata. Tutto questo indicava una sola possibile causa di questi problemi.
"Comandante ho trovato un virus informatico, il sistema è stato hackerato in modo da aggirare i firewall di protezione e ostacolare la diagnosi ai livelli inferiore".
La voce della Bajoriana era seria, perchè si rendeva conto che il malfunzionamento non dipendeva da problemi tecnici interni all'astronave ma proveniva dall'esterno. 
"l'attacco non mirava a danneggiare seriamente la nave, a mio giudizio Signore volevano soltanto rallentarci per posticipare la nostra partenza.." cosa che probabilmente sarebbe avvenuta. Non si trattava quindi di una condizione di emergenza ma quello che era successo si rivelava qualcosa di molto serio. Non c'era bisogno di mettere off line il sistema. ora che era stato individuato il virus, bisognava solo eliminarlo.

Ten. KIRA TALIA
Ten. EVA SVETLANA IVANOVA


[Immagine: 4d47541182ee6d5679af696b2ab1beb4.jpeg]
#5

Feezal Mettus
Denobulan
Annuisce alla bajoriana al suo ringraziarlo del benvenuto e subito si mette da parte per consentire un migliore accesso alla consolle alla collega, la osserva attentamente, quasi a voler controllare che cosa stia facendo. Sopira, ovviamente non gli era venuto in mente di fare ciò che ha fatto la collega "Buona idea!" Esclama mentre Kira sta ancora agendo sulla consolle, quasi a volerla spronare. Quando alla fine lei inizia a spiegare qual è il problema sente di dover intervenire subito, il tono della voce è tuttavia abbastanza calmo, cosa non del tutto scontata dato che la notizia è abbbastanza seria "Questo spiega perfettamente i miei problemi di riallineamento, bene..." Sospira, quindi fa una piccola pausa, lo sguardo si fa pensoso, poi aggiunge "Veda se riesce a eliminare il virus, fortunatamente non è un sistema vitale, chiunque abbia cercato di rallentarci ha decisamente sbagliato sistema, possiamo farne a meno...."
Altra pausa, quindi sfiora il commbadge presente sulla sinistra dell'uniforme e inizia a parlare "Ingegneria a plancia, siamo quasi pronti alla partenza. Capitano, le sto inviando un rapporto preliminare su un piccolo problema che mi ha fatto notare il tenente Kira Talia, nulla di veramente urgente ma le consiglio di leggerlo appena ha tempo, Mettus out."
Con lo sguardo torna su Kira, accenna un sorriso ma il tono della voce ora è quello di un vero e proprio ordine "Io escludo il sistema e bypasso, lei elimini il virus." Il nostro comandante, in men che non si dica è alla consolle di fianco a quella che ha lasciato alla tattica e sta operando per bypassare il problema escludendo i due sistemi che sono stati compromessi dal virus.
Un tenente full grade si avvicina a Mettus e gli parla con confidenza, è probabile che si tratti del secondo ingegnere. Afferma che è tutto pronto per l'avvio del nucleo e la successiva partenza della nave. "Sì, occupatene tu e fai rapporto alla plancia, io per ora sono occupato" quindi lancia un'occhiata d'intesa verso Kira.

"He’s so… human.” (She shudders.) "...Nobody’s perfect, Saavik."




#6

Kira Talia
Bajoran

Citazione:"Veda se riesce a eliminare il virus, fortunatamente non è un sistema vitale, chiunque abbia cercato di rallentarci ha decisamente sbagliato sistema, possiamo farne a meno...."
Il Tenente Kyra annui all'ordine del capo ingegnere mentre continua a digitare sulla consolle concentrata per riuscire ad eliminare il virus.
Non aveva una specializzazione informatica, sicuramente un ingegnere informatico lo avrebbe trovato un gioco da ragazzi, per la bajoriana ci voleva un po' di tempo in più, fortunatamente non si trattava di una situazione di emergenza in quel caso avrebbe subito chiamato qualcuno più preparato di lei.

"Ancora un attimo comandante e ci sono" si inarcarono le sopracciglia pronunciate della donna tanto era la sua concentrazione e l'impegno che mostrava in quel compito.
Nel giro di dieci minuti il virus fu circoscritto in entrambe i sottosistemi sabotati e una volta bloccato il problema era diventato gestibile e semplice da eliminare.
Con un evidente sospiro di sollievo l'uffciiale tattico fece un passo indietro, sulla consolle si evidenziava di nuovo i sistemi online ed operativi.
"Adesso gelpack bioneurali e il sistema di puntamento secondario sul ponte quattordici sono interfacciati. 
Fece una breve pausa, spostandosi dalla consolle, stava osservando gli altri componenti della sala macchine, finito il problema si sentiva un po' fuori posto.
"Sarebbe il caso di controllare che non ci siano altri problemi, andrei in plancia per fare una diagnostica di tutto le armi in dotazione alla nave."
Rimase in attesa che il superiore un tenente full grade si avvicina a Mettus e gli parla con confidenza, è probabile che si tratti del secondo ingegnere. Afferma che è tutto pronto per l'avvio del nucleo e la successiva partenza della nave.
Citazione:"Sì, occupatene tu e fai rapporto alla plancia, io per ora sono occupato" 
Mentre l'altro ufficiale stava facendo rapporto i motori principali vennero avviati, cosi come gli stabilizzatori per la manovra di decollo. Kyra si avvicino ad una delle pochissime finestra da cui poteva osservare la zona dei Docks a cui era ormeggiata la Voyager, restando affascinata dalla visuale.

Ten. KIRA TALIA
Ten. EVA SVETLANA IVANOVA


[Immagine: 4d47541182ee6d5679af696b2ab1beb4.jpeg]
#7

Feezal Mettus
Denobulan
Feezal torna ad avvicinarsi a Kira, sul volto un espressione piuttosto soddisfatta...
Senza troppi timori con la mano destra richiama i due sottosistemi verificando velocemente la veridicità delle parole della donna. Non che non si fidi, ma vuole vedere anche lui il lavoro svolto. "Molto bene! Sembra tutto risolto" afferma con tono calmo verso la Bajoriana.
"Un ottimo lavoro direi..." si interrompe andando ad annuire verso la donna "Ottimo, allora dato che va in plancia informi il capitano di quanto abbiamo scoperto, ok?" quindi segue la donna verso l'oblò e ammira assieme a lei il panorama.
In effetti Kira ha individuato uno dei suoi punti preferiti della Sala Macchine e lui non può far altro che mostrarglielo orgoglioso. "Bella vista eh! Uno dei miei posti preferiti... Specialmente per prendermi una pausa mentre lavoro." Andrebbe ad aggiungere con tono quasi fiero e un velato sorriso sul volto, per poi tornare serio "forza, vada in plancia! Il mio turno sta finendo ma mi farebbe piacere parlarle più tardi, magari in sala mensa se è libera..."

Guarda la collega ancora per qualche secondo, poi torna con fare indaffarato verso gli iniettori di deuterio, iniziando a discutere con un ufficiale poco distante, in trepidante attesa della fine del turno.

"He’s so… human.” (She shudders.) "...Nobody’s perfect, Saavik."




Questa discussione è chiusa


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)