Questa discussione è chiusa

TFB Risvegliando la bella addormentata
#1

Alexander Isaac Midway
Human
Una volta completata la riparazione dell'A.I. della U.S.S. Constellation e la riattivazione del suo androide, mi sono ritrovato quasi abbandonato da Sheppard. Quando ho recuperato il fotogramma della sabotatrice, infatti, l'ammiraglio è partito in quinta alla sua ricerca, cosa che mi ha permesso di comprendere che la conosce. Ma la mancanza di Sheppard non mi dispiace per niente: ciò che mi serve ce l'ho già, ed è l'androide della Constellation, gentilmente concessomi dall'ammiraglio.

Così, dopo aver preso con l'avatar la prima nave per New Vulcano disponibile, ora sono arrivato sulla stazione Midway e su permesso del Comandante Volkov mi sto dirigendo insieme a 'Constellation' verso la sala del nucleo. Assieme a noi ci sono due agenti della sicurezza, che squadrano l'avatar evidentemente preoccupati, e un ingegnere, che sta conducendo un carrello galleggiante a dieci centimetri dal pavimento, su cui è posizionata una specie di bara. Il contenuto della 'bara' è l'androide che andrà a sostituire quello distrutto di Mid... e, visto la fretta, son stato costretto a sceglierne uno tra quelli pre-preparati da mio figlio. Un androide femminile che non ha la minima somiglianza con quello originario di Mid. Ma, a mali estremi...

Mentre ci avviciniamo alla sala posso notare che la sua porta è pattugliata da un agente della sicurezza che, una volta che siamo arrivati, ce la apre, permettendoci l'accesso. Una volta che il nostro gruppetto - compreso di ufficiali della sicurezza e ingegnere con 'bara' - è entrato nella sala, la porta viene chiusa.

Mi avvicino al nucleo centrale dell'A.I. e faccio cenno a Constellation di seguirmi. "Posa la mano qui, per favore." Gli dico, indicandogli un punto del terminale. "E sii pronto ad installare l'antivirus nel nucleo appena lo avvierò." Aspetto che l'avatar faccia ciò che gli ho chiesto, poi avvio il sistema in modalità manutenzione.
#2

Constellation
Android
Ci dirigemmo verso la sala del nucleo della A.I. della Midway, con un ingegnere con la bara del nuovo avatar.
Appena gli addetti della sicurezza ci fanno entrare Alexander mi chiese di mettere la mano sul monitor e far avviare l'antivirus per l'eliminazione della bellissima creazione del mio nucleo operativo, mi avvicinai e ci misi sopra la mano. Appena Alexander avvia il nucleo faccio subito partire l'antivirus in modo da eliminare la minaccia, dopo qualche secondo dissi << Attenzione: Virus 938292892829283029282910 rilevato, rimozione in corso ................................ virus eliminato >>, fatto ciò mi staccai dal monitor e guardai Alexander
#3

Alexander Isaac Midway
Human
L'antivirus istallato dall'avatar della Constellation non ci impiega molto a individuare ed eliminare il virus. Una volta che l'androide si è disconnesso dal nucleo di Mid, faccio un veloce controllo dei file, assicurandomi che il virus sia stato veramente cancellato. "Perfetto, ti ringrazio Const." Affermo, rivolto all'avatar della Constellation, abbreviando il nome della sua nave visto che non so se ne ha uno tutto suo. Dopodiché, mi dimentico completamente di lui, senza preoccuparmi di controllare se ha intenzione di andarsene ora che ha completato il suo compito. Se ritornerà da Sheppard da solo bene, altrimenti lo accompagnerò io... ma solo dopo aver completato il mio lavoro.

Così mi allontano dal terminale, facendomi aiutare dall'ingegnere ad estrarre il nuovo androide per Mid dalla 'bara'. Lo osservo per qualche istante, quasi nel tentativo di convincermi che quell'esile donna dai capelli bianchi sarà il nuovo aspetto diella mia Mid. Mio figlio ha fatto un bel lavoro, non lo posso negare, ma... Non è Midge. Mi ritrovo a pensare. Non che io ora posso fare tanto lo schizzinoso. E va bene, utilizziamolo.

Collego l'androide al nucleo e, in pochi istanti, faccio partire lo scaricamento dei file di memria della mia Mid. O meglio, del backup dei file di memoria dell'avatar dell'A.I. della MIdway, visto che i file di Mid sono stati distruutti insieme al suo androide. Una volta che il download e l'istallazione sono completati, stacco l'andoride dal nucleo e lo attivo.

"Mid." Chiamo, mentre l'avatar si sta avviando. "Marjorie?"
#4

Marjorie Hye Midway
Android
La mia coscienza riaffiora piano piano, mentre il mio sistema si avvia. Mentre il mio programma parte, ci sono diverse cose che noto. Uno, sono scollegata. Non riesco a percepire il mio nucleo. Mi sento vuota, sola... incompleta. È una sensazione strana, che non ho mai provato. Due, i miei file di memoria non coincidono con l'attuale data stellare. Anzi, sono fin troppo arretrati. Il backup settimanale? Sì, quella è l'unica soluzione al quesito. Ma perché? Tre, il mio hardware è stato decisamente cambiato, tanto che son state fatte anche delle piccole modifiche al mio software, per ottimizzare la compatibilità. Quattro, mio padre è qui e mi ha chiamato Marjorie, nome che ha usato in mia presenza soltanto quando mi trovavo - in costruzione - nel suo laboratorio.

Mi metto seduta, rispondendo al richiamo del professor Midway con un "Buongiorno padre". Poi il mio sguardo cade sulle mie mani, sui miei vestiti e sulle ciocche di capelli bianchi che mi ricadono in avanti una volta chinata leggermente la testa. Sì, l'hardware è decisamente diverso. "Cosa è successo?"

Mio padre inizia a parlare, spiegandomi quello che ho fatto e che conseguenze ha avuto la mia azione fin troppo umana. Mentre ascolto in religioso silenzio, il mio chip emotivo - come sempre attivo - mi permette di percepire paura. Cosa mi succederà adesso? La Flotta mi vorrà ancora? O dovrò stare con mio padre? Non che mi dispiaccia passare più tempo con papà, ma... questa stazione è la mia casa. Abbandonarla sarebbe doloroso.
Questa discussione è chiusa


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)